Istituzionale

Partecipazioni societarie

PROGETTO "VENETO MINIBOND" - FONDO DELLO STRUMENTO DI INIZIATIVA CONGIUNTA PER LA REALIZZAZIONE DI INVESTIMENTI IN TITOLI DI DEBITO 

Veneto Sviluppo e le Banche di Credito Cooperativo/Casse Rurali e Artigiane aderenti alla Federazione Veneta delle Banche di Credito Cooperativo hanno dato avvio all’operatività del Fondo dello Strumento di Iniziativa Congiunta per la realizzazione di Investimenti in Titoli di Debito, chiamato anche progetto “Veneto Minibond”. 

Si tratta di uno strumento finanziario innovativo, rivolto a società di capitali aventi un fatturato annuo compreso tra 2,5 milioni e i 100 milioni di euro, che svolgono, direttamente o indirettamente, una rilevante attività d'impresa sul territorio veneto e che intendono realizzare progetti di crescita e nuovi investimenti oppure finanziare il circolante mediante l’emissione di titoli di debito nella forma di:

• obbligazioni quotate in mercati ufficiali o regolamentati;

• obbligazioni non quotate;

• cambiali finanziarie (Legge 43/1994 e successive modificazioni);

• obbligazioni partecipative subordinate  (D.L. 83/2012 convertito con Legge 134/2012 e successive modificazioni).

Negli allegati sottostanti troverete la scheda tecnica dello Strumento e la relativa modulistica per presentare la proposta di investimento a Veneto Sviluppo.

SCHEDA TECNICA VENETO MINIBOND

PROPOSTA INVESTIMENTO VENETO MINIBOND

INFORMATIVA PRIVACY

MODULO IDENTIFICAZIONE E ADEGUATA VERIFICA DEL CLIENTE EX D.LGS.231/2007 - MOD.AR 002 - ANTIRICICLAGGIO

  

TRACK RECORD

Grazie all'attività complessiva del gruppo Veneto Sviluppo, finora sono stati emessi 13 Minibond per un controvalore complessivo di Euro 61,8 milioni, dei quali il Fondo Veneto Minibond ha sottoscritto un importo pari ad Euro 16,1 milioni.

  

 

 

 

 

 

 

Emittente: Corvallis Holding S.p.A.

Importo: Euro 15.000.000,00, è prevista un’opzione di riapertura di Euro 5.000.000,00

 

Data emissione: 23 luglio 2019

www.corvallis.it

 

  

 

 

Emittente: Benacchio S.r.l.

Importo: Euro 4.000.000,00

Data emissione: 14 giugno 2019

www.benacchiosrl.it

 

 

 

Emittente: Lucaprint S.p.A.

Importo: Euro 500.000

Data emissione: dicembre 2018 

www.lucaprintgroup.com

  

 

 

  

Emittente: Artebianca S.r.l.

Importo: Euro 3.000.000

Data emissione: novembre 2018 

www.panpiuma.it

 

 

 

 

 

Emittente: Plissé S.p.A.

Importo: Euro 750.000

Data emissione: ottobre 2018

www.plissespa.it 

 

   

Emittente: GS Industry S.p.A.

Importo: Euro 3.000.000

Data emissione: luglio 2018

www.gsindustry.com 

  

 

 

 

Emittente: Baia Silvella S.p.A.

Importo: Euro 10.000.000 

Data emissione: Aprile 2018

www.baiasilvellagroup.it 

 

  


 

 

Emittente: Florian S.p.A.

Importo: Euro 10.000.000 

Data emissione: Dicembre 2017

www.florianinc.com 

 

 

 

  

Emittente: Boni S.p.A.

Importo: Euro 5.000.000 

Data emissione: Dicembre 2017

www.bonispa.it 

 

 

Emittente: Antonio Zamperla S.p.A.

Importo: Euro 1.000.000 

Data emissione: Dicembre 2017

www.zamperla.com 

 

 


Emittente: Piave Servizi S.r.l.

Importo: Euro 3.000.000

Data emissione: Luglio 2017

www.piaveservizisrl.it 

 

 

 

 Emittente: Antonio Zamperla S.p.A.

Importo: Euro 1.000.000 

Data emissione: Dicembre 2016

www.zamperla.com 

 

 


Emittente: United Brands Company S.p.A.

Importo: Euro 500.000

Data emissione: marzo 2016

www.ubcspa.com 

   

             

 

PARTECIPAZIONI SOCIETARIE

Con l'obiettivo di favorire lo sviluppo economico regionale, Veneto Sviluppo realizza interventi sul capitale di rischio delle imprese, agendo con il duplice ruolo di holding di partecipazioni e di finanziaria di investimento.

La Società promuove e gestisce iniziative caratterizzate da un’adeguata redditività e ritenute in grado di assicurare lo sviluppo in aree territoriali ed nei settori produttivi individuati come prioritari in coerenza con le indicazioni strategiche contenute nei documenti di programmazione economico-finanziaria regionali.

Gli interventi sul capitale di rischio vengono realizzati da Veneto Sviluppo:

 - in via diretta, con l’utilizzo di proprie risorse;

 - su mandato regionale, con l’utilizzo di risorse destinate dalla Regione del Veneto;

 - attraverso nuovi strumenti progettati e realizzati da Veneto Sviluppo con l'obiettivo di attirare capitali privati e pubblici.

Una particolare attenzione viene rivolta alle PMI, attraverso interventi che riguardano tutte le fasi del ciclo di vita dell’impresa mirati a sostenere processi di sviluppo e consolidamento, di accrescimento della competitività, di diversificazione, di innovazione di processo e di prodotto.

Altrettanto strategici per la società sono gli investimenti destinati ad esercitare un positivo impatto in termini di crescita della competitività del territorio e del sistema economico e produttivo regionale. In tale ambito rientrano, ad esempio, gli interventi effettuati nel capitale di rischio di imprese operanti nel settore dei trasporti, nel sistema delle infrastrutture, delle utilities e delle energie, ritenuti importanti per assicurare sostenibilità allo sviluppo. 

INFORMATIVA A ESPONENTI AZIENDALI DELLE SOCIETA' PARTECIPATE

FONDO DI VENTURE CAPITAL - ACCESSO AL FONDO CONCLUSO IN DATA 31 DICEMBRE 2015

                   

                       

Il 31 dicembre 2015 si è concluso il periodo di investimento del  “Fondo di Venture Capital” (POR 2007-2013, Parte FESR, Asse 1, Linea di intervento 1.2 Ingegneria Finanziaria, Azione 1.2.2), strumento di investimento messo a punto per favorire la nascita di nuove imprese e sostenere le PMI già esistenti impegnate in processi innovativi, la cui dotazione complessiva era pari a 35 milioni di euro (20 da parte di Veneto Sviluppo, 15 da parte della Regione Veneto - Unione europea).

Il regolamento operativo del fondo resterà in vigore solo ai fini della gestione delle partecipazioni e del loro smobilizzo. 

REGOLAMENTO FONDO DI VENTURE CAPITAL

FONDO DI CAPITALE DI RISCHIO PER LE COOPERATIVE - PERIODO DI INVESTIMENTO CONCLUSO AL 31/12/2015

Si è concluso il periodo di investimento del Fondo di Capitale di Rischio destinato al mondo cooperativo. Grazie a questo innovativo strumento, dotato di una disponibilità di 2,2 milioni di euro, le cooperative o i consorzi di cooperative sono state “sostenute” dalla finanziaria regionale attraverso un suo ingresso nella compagine sociale per importi variabili, da un minimo di 150 mila a un massimo di 200 mila euro, operazione avvenuta attraverso un aumento del capitale sociale.

REGOLAMENTO DEL FONDO